About Us

Luca Fumo Photographer

Il tempo che passa e la fotografia sono strettamente correlati, le foto sono l’estremo tentativo di bloccare, fermare il continuo divenire, cristallizzandolo e rendendolo eterno, almeno in un’immagine.

Le foto che considero belle sono quelle che raccontano una storia, e non solo nel suo fluire, ma come ricordo di un momento particolare, di una sensazione. La sensazione guida lo scatto, lo scatto deve essere guidato e suggerito dalla sensazione, perché ne scaturisca una foto che susciti una sensazione. In un abbraccio continuo e dinamico. Cerco di fermare il tempo, o solo di interpretarlo: senza il mio occhio e il mio scatto scorrerebbe via come l’acqua in un fiume, diventerebbe irriconoscibile senza lasciare tracce. Probabilmente ne lascerebbe solo nella memoria individuale, la quale, per sua natura, è inaffidabile e discontinua.

Quando fotografo cerco di interpretare e catturare lo stato d’animo di chi ho davanti, la vasta gamma delle emozioni umane è un aspetto che mi condiziona moltissimo ed è continua fonte di ispirazione. Vorrei che le mie foto traducessero i sentimenti, senza sovrastarli, e ritengo che la cosa fondamentale per riuscirci sia non sovraccaricarli di inutili pose, che cerco di ridurre al minimo in ogni circostanza, in primo luogo nei matrimoni, che sono il campo in cui opero maggiormente, ma credo che in qualsiasi occasione sia importante lasciare spazio alla naturalezza e alla spontaneità al fine di cogliere davvero l’essenza di chi ho davanti e della situazione che sta vivendo, che stiamo vivendo. Perché una semplice foto diventi un ricordo indelebile che veicoli delle emozioni. Per sempre.